IL MINISTERO DELLA PAURA E’ TORNATO!

tumblr_nan21yVlMw1s497jdo2_500

Leggo l’ennesimo articolo sulla Stampa di oggi… ieri sorridevo, oggi un po’ meno…

Mi riferisco a questo articolo.

RISPONDO CON I FATTI:

Premetto che i problemi in Sansalvario ci sono e vanno risolti, e non sono io a dire come, questo lo lascio ai rappresentanti che amministrano la città e la circoscrizione ed alle forze dell’ordine e di pubblica sicurezza. Io negli anni e nei mesi passati ho sempre cercato di mettere in evidenza le problematiche del mio quartiere, i disagi dovuti alla “movida”, i problemi di droga, di sicurezza e di decoro, in un’ottica di poter vivere tutti, ognuno on i propri interessi e le proprie peculiarità, nel miglior modo possibile, la strada è ancora lunga, ma molte cose si sono fatte e altre si faranno, a volte ne ho fatto parte altre volte ne sono stato spettatore.

Gli articoli di questi giorni sulla “Stampa” a mio parere stanno rovinando l’immagine di un quartiere che, a livello culturale e di eventi, è tra i più vivi della città, negli ultimi mesi in quartiere si sono svolte una miriade di eventi in strada :

  • Maggio ormai è tradizione la “cena dei vicini”
  • Durante tutto il mese di maggio il “Salone del libro off”
  • L’8 giugno la”fiera del Fumetto”
  • L’11 giugno si è svolta “San Salvario ha un cuore verde”
  • Il 12 giugno, “San Salvario Emporium”
  • Il 1 luglio la meravigliosa cena per l’Iftar in largo ed in via Saluzzo offerta a tutto il quartiere dalla comunità mussulmana
  • A luglio I Boreali – Nordic festival Torino
  • L’11 settembre “la fiera del disco”
  • In concomitanza con il salone del gusto dal 21 al 26 settembre “Enjoy sansalvario” al suo interno tanti eventi come San Salvario Emporium, Spiriti indipendenti, il mio Festival del bagnetto verde, il festival della cucina mediterranea, eventi alla Casa del Quartiere, al Lombroso 16 ecc… una grande settimana!!
  • A novembre Paratissima
  • Il 6 novembre Danz Salvario ( che poi è stata osteggiata da un’ordinanza scellerata in circoscrizione…. Gelosia? Ripicca? O che altro?)
  • Il 18 dicembre il natale di Sansalvario Emporium
  • Sabato e domenica 28 e 29 gennaio “Mozart Nacht und Tag” che ha riempito il quartiere di musica, e si c’era anche il tanto odiato ”Adotta un pianista” che, mi dispiace (e nemmeno tanto) contraddire il consigliere Lupi, non ha preso un quattrino dalla Circoscrizione, a quanto mi risulta.

Sicuramente ho dimenticato almeno altrettanti eventi in quartiere e me ne scuso.

Ora mi chiedo la denuncia “Con più eventi culturali in strada, così da coinvolgere la gente normale, si poteva forse arginare tutto ciò che sta accadendo” ha senso? Certo, non si possono fare eventi di strada tutti i giorni ma penso che ne vengano fatti abbondantemente, è per di più fatti da associazioni che, spesso senza contributi pubblici si sbattono per il quartiere e nel quartiere per rendere questo posto migliore.

Io nel mio piccolo organizzo il Festival del Bagnetto verde, che nasce proprio dall’esigenze e dalla voglia di portare in piazza la gente, per condividere un momento di socialità in allegria e divertendosi.

Rifiuto e continuerò a rifiutare l’idea di un quartiere morto in mano alla microcriminalità, dove è pericoloso uscire di casa, dove è impossibile vivere e fare cose. Rifiuto l’etichetta di “SISTEMA SANSALVARIO”, qua c’è solo gente che vuole fare e fa, ed è sostenuta dagli amministratori, nel limite del possibile.

Io vivo in questo quartiere da molti anni e conosco benissimo suoi i difetti, il suo lato oscuro, desidererei che si parlasse delle positività e si lasciassero da parte le menzogne.

Via Berthollet ha bisogno di essere riqualificata, così come i portici di via Nizza e alcuni tratti di via Ormea, è vero! Ma è questo il modo di agire? Dicendo che non c’è vita in quartiere che che quella che c’è è solo per “l’elite”? per me no.

Certo errori ne sono stati fatti, in primis permettere una così grande concentrazione di locali, ma rivangare il passato non serve a nulla se non a non ripetere gli errori. È ora di andare avanti, di proporre e non lamentarsi, proporre per il bene del quartiere, non per la sua morte culturale, sociale ed economica, come questi articoli fanno pensare che casa mia è.

Bentornato MINISTERO DELLA PAURA!

tumblr_nan21yVlMw1s497jdo2_500

 

 

 

 

L’immagine è di Undesign per la campagna “ministero della paura”  2009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *